IL NOSTRO TORMENTONE DELL’ESTATE!

Ormai è assodato, ha vinto lui. L’essere pieno di spine e spunzoni, il più cattivo del bosco, il terrore di farfalle e cinciallegre, lo spietato persecutore di rospi e lumache: Spino, appunto.

Iniziammo a leggere il graziosissimo albo illustrato al mio rientro dalla fiera dell’editoria per ragazzi di Bologna, quindi era l’inizio di aprile. Da lì a pochi giorni sarebbe uscito nelle librerie, ma per noi, che lo avevamo letto un po’ in anteprima, era già diventato uno di famiglia. E sull’onda dell’entusiasmo di quei giorni scrissi un post interamente dedicato a lui, al nostro amico con le spine.

Da allora Spino è rimasto perennemente presente sul comodino accanto al letto di Emma! Altri libri, altre storie, tutte degne di lode e attenzioni, si sono succedute nei mesi, ma lui no, il sottile libro arancione con in copertina la faccia ghignante di Spino, non si è mai mosso da lì. Accade spesso quindi che dopo aver soddisfatto la sua curiosità o voglia di nuovo per qualche sera, quelle successive torni a farci compagnia l’amico spinoso, che così terribile e spaventoso forse non è.

Una sera, quando per l’ennesima volta mi trovai a leggerle Spino, chiesi alla mia piccola come mai le piacesse così tanto quella storia. La sua risposta fu lapidaria: “Perchè la so!”.

Come ribattere a così tanta sicurezza. Mi rassegnai, e nella lista dei libri da mettere in valigia inclusi pure lui, che sono certa, dopo averci accompagnato per l’intera primavera, sarà anche il nostro tormentone dell’estate!

Buone letture!

 

 Articolo visualizzato:620 volte

 

 

 

 

Facebookmail

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *