UN AMICO CON LE SPINE

SPINO
Ilaria Guarducci, Camelozampa editore 2016, albo illustrato.

Ho conosciuto la storia di Spino qualche giorno fa alla fiera di Bologna. Tornata a casa l’ho subito sottoposta all’esame dei miei due giovani e voraci lettori di casa, e  così al suono di “dai, dai..leggi!”, iniziai a leggere.

Spino era un essere tutto spinoso che abitava tutto solo in un bosco nero nero. Era cattivo, anzi molto cattivo, e si divertiva a far scorribande per tutto il bosco impaurendo gli altri animali, rubando le merende e disturbando i meravigliosi alberi secolari. Non contento imprigionava pettirossi e cinciallegre in barattoli perchè a sua parere: ” Cosa c’era da essere tanto allegri?”. Poi, visto che erano lente e bavose, prendeva a punzecchiare i gusci delle lumache, insomma un vero rompi scatole!

Spino Camelozampa Guarducci

Ma un giorno accadde qualcosa di veramente inaspettato. A Spino cominciarono a cadere le sue spine! In poco tempo, da nero e spinoso, si ritrovò ad essere rosa e morbido “come una caramella gommosa”! Inutile dire che così com’era adesso non faceva più paura a nessuno, e quindi niente più scorribande nel bosco, niente più dispetti. Spino si sentiva perso, inutile, cos’altro c’era da fare?

Spino Camelozampa Guarducci_2

Un giorno, mentre Spino sedeva triste e pensieroso su di un sasso, gli si avvicinò il coniglio Bernardo, che si sapeva essere uno molto saggio, e lo convinse a seguirlo. Fecero una lunga passeggiata per luoghi meravigliosi, chiacchierarono a lungo e Bernardo lo invitò persino nella sua tana. Lì, in riva al lago, Spino conobbe la famiglia del suo nuovo, e unico, amico. E tra lunghi bagni rinfrescanti e gare di tuffi, Spino sperimentò nuove sensazioni: il calore del sole sulla pelle, il solletico dell’erba mentre rotolava nel prato e sopratutto poteva stare vicino agli altri, così vicino come non lo era mai stato. E scoprì che era una bella cosa. Ma proprio mentre stava abituandosi alla sua nuova pelle morbida e rosa, ecco che un giorno ricomparvero le spine. E adesso che fare? La risposta alle nuove preoccupazioni di Spino arrivò ancora una volta dal suo amico Bernardo:

” …tu sei tu, con o senza spunzoni”.

Semplice e delicata storia su amicizia e gentilezza di chi è capace di non fermarsi alle spine ma di osare, alla ricerca della parte rosa e morbida di ognuno. Le illustrazioni, giocose e a tratti ironiche, assecondano e completano la narrazione senza mai prevaricarla, alternando pagine piene a riquadri di figure più piccoli che regalano alla storia il ritmo giusto per essere letta…divertendosi.

Superato a pieni voti l’esame di Filippo ed Emma, Spino è entrato a buon diritto tra i personaggi che popolano i nostri scaffali.

Ma Spino non è l’unico bell’incontro fatto a Bologna. Il libro con la storia era esposto su di un tavolo in bella vista su pile di molteplici copie, pronto per essere preso, sfogliato, letto. E dietro quelle pile di libri se ne stava l’autrice ed illustratrice, Ilaria Guarducci, graziosa e gentile, con in mano il suo astuccio di pennarelli, pronto per l’uso. Due chiacchiere per capire che entrambe eravamo all’esordio dei nostri percorsi, entrambe un po’ timide, forse, ma determinate.

E con i saluti, un inaspettato regalo che possa essere di buon auspicio ad entrambe.

Dedica Spino Ilaria Guarducci

Buone letture!

Età di lettura: 3-4 anni.

Prezzo di copertina: 14,00 euro.

Articolo visualizzato:539 volte

Se il libro ti piace puoi acquistarlo qui.

Facebookmail

This article has 1 comments

  1. Pingback: IL NOSTRO TORMENTONE DELL'ESTATE! - mammaleggendo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *