CRESCERE LEGGENDO … IL DIARIO DI UNA SCHIAPPA

DIARIO DI UNA SCHIAPPA MAMMALEGGENDOIl 9 novembre esce nelle librerie di tutta Italia il nuovo e attesissimo decimo libro del Diario di una Schiappa.

Si intitolerà “Diario di una Schiappa. Non ce la posso fare!”sempre edito dal Il Castoro Editore, al quale va dato il merito d’aver portato in Italia l’opera di Jeff Kinney divenuta un vero e proprio caso editoriale, con milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Non lo nego, i miei bambini sono ancora piccoli per questa lettura, consigliata dai 9 ai 13 anni, e dovremo aspettare ancora un po’ prima di godercela assieme, ma io..beh…non posso perderla! E non posso neppure perdere l’occasione per raccontare della prima volta in cui ho conosciuto lui, Greg!

Lavoravo ancora in libreria quando nel febbraio del 2008 uscì il primo volume, chiaramente era una novità attesa, ma non avevamo ancora avuto modo di sfogliare il libro. Un romanzo a fumetti, scritto sotto forma di diario da un ragazzino che si accingeva ad iniziare la prima media: Gregory Haffley, Greg per gli amici.

“Prima di tutto voglio chiarire una cosa: Questo è un GIORNALE DI BORDO, non un diario. Lo so che sulla copertina c’è scritto diario, ma quando Mamma è andata a comprarlo le ho detto CHIARO E TONDO che ne volevo uno dove non ci fosse scritto “diario”.
Appunto. Adesso manca solo che qualche idiota me lo scopra e si faccia l’idea sbagliata.”

Fu un trionfo! La pubblicità l’aveva fatta per la maggior parte il successo già riscosso online e alla prima uscita negli Stati Uniti. Così frotte di ragazzini arrivavano dritti, dritti agli scaffali dove era esposto il libro. Da allora, per ogni annuncio d’uscita dei volumi successivi, si creò una schiera di giovani lettori. Periodicamente si presentavano in libreria per avere informazioni in merito alla data esatta in cui la Schiappa avrebbe fatto il suo ritorno.

DIARIO DI UNA SCHIAPPA MAMMALEGGENDO

Greg è uno scolaro medio, non eccelle in nulla in particolare (se non per la simpatia e l’auto ironia, diremo adesso), alle prese con le difficoltà pratiche e di relazione che un ragazzino di 11 anni e poco più deve affrontare nella sua vita quotidiana. Ma l’ilarità e la descrizione dei dettagli narrativi rendono tutto questo straordinariamente affascinante, pur restando nella sfera del quotidiano. Greg è il ragazzino che alla fine riesce sempre a cavarsela, senza mai usare super poteri o magia…lui è semplicemente Greg, una schiappa!

E come tutti i ragazzini crescerà, passando dalla prima alla seconda media, fino a giungere, con l’ultimo romanzo in uscita , alla scuola superiore.

schiappa3 MAMMALEGGENDO

Tanti i temi affrontati nel corso dei nove romanzi precedenti, il rapporto con i pari e quello con i genitori o gli adulti in generale. Non da ultimo il tema del bullismo, affrontato senza retorica, con scanzonata spontaneità, quasi suggerisse un modo per affrontare il problema.

Non perdetevi poi la grande festa a tema per i dieci anni della Schiappa. Dove? Ma nelle librerie di tutta Italia! Qui troverete tutte le indicazioni e le librerie selezionate per festeggiare, se vorrete, un compleanno importante, quello numero 10!

Mi piace immaginare che in questi anni i bambini che hanno letto e atteso i nove volumi precedenti, ora siano diventati dei ragazzini più grandi, crescendo assieme a Greg, magari sentendosi un po’ confortati se in alcune situazioni si sono sentiti delle schiappe … perchè avranno compreso che in fin dei conti, a volte, le schiappe non sono poi così male, anzi, non lo sono affatto.

Buone letture!

Articolo visualizzato:824 volte

Facebookmail

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *