GENITORI SI, MA CON FILOSOFIA!

ZAGAZOO. Quentin Blake, Camelozampa edizioni 2016, albo illustrato.

La prima persona alla quale ho fatto leggere questo libro, subito dopo averlo letto io stessa, è stato mio marito.  Lo sentivo sghignazzare dall’altra stanza, mentre scorreva le pagine una alla volta. Poi, finita la lettura, il commento:

Strepitoso! Solo un genitore può capire veramente questo libro…perchè solo chi è genitore sa cosa significhi esserlo! 

Già..
George e Bella, i due protagonisti, all’inizio della storia sono proprio una giovane coppia felice, con mille interessi e tanto tempo da trascorrere assieme. Poi un giorno viene recapitato loro uno strano pacco..e sempre insieme decidono di aprirlo. Dentro ci trovarono una creaturina tutta rosa. Un biglietto diceva che il suo nome era Zagazoo.

Che felicità per i due, quella creatura era un amore, li rendeva davvero felici e sempre assieme giocavano “lanciandoselo l’un l’altra”.
Presto scoprirono che Zagazoo non era proprio perfetto, e che tra un cambio pannolino e l’altro aveva bisogno di moltissime cure.

ZAGAZOO

“Ma il suo sorriso felice sembrava compensarli di tutto…”

Ma un giorno…

George e Bella, appena svegli, scoprirono che la creaturina rosa si era trasformata in un enorme pulcino di avvoltoio urlante e pensarono che a quelle urla non sarebbe riusciti a resistere! Ma poi…una mattina scoprirono che Zagazoo si era trasformato in un elefantino capace di travolgere e ingurgitare ogni cosa..poi venne la volta del facocero e successivamente si trasformò in un pipistrello, per tornare facocero e quindi ancora elefantino…..si trasformò persino in un drago irascibile!

ZAGAZOO

George e Bella erano sfiniti e incominciarono a pensare che tutto ciò li avrebbe portati alla follia!

Ma ecco che un’altro giorno, Zagazoo era diventato una strana creatura pelosa che non faceva altro che crescere. Cresceva così tanto che i due avrebbero preferito tornasse l’elefante o persino il facocero! Erano ancora una volta disperati..

ZAGAZOO

Ma poi…

Sempre una mattina, George e Bella scoprirono che Zagazoo si era trasformato in un giovanotto premuroso e dalle maniere impeccabili. Quel giovanotto presto si innamorò di Mirabelle. I due erano felici e facevano tante cose. Quando decisero di trascorrere la loro vita assieme andarono subito ad informare George e Bella, i quali nel frattempo si erano trasformati in due grossi pellicani marroni.

ZAGAZOO

Però erano molto contenti della novità…lo si capiva “dal modo in cui sbattevano i becchi”.

ZAGAZOO

Ora si possono comprendere le risate di mio marito allo sfogliare delle pagine..al posto di George e Bella avrà visto noi due alle prese con il nostro” Zagazoo”….si sarà ricordato di quando scivolò sul latte appena rigurgitato da Filippo nella fretta di venire in mio aiuto! O di quando trovammo Emma sulla tavola appena apparecchiata intenta a sperimentare a cosa servissero le posate, lei che ancora le posate non le usava! E poi è proprio vero che una sera li metti a nanna e la mattina dopo te li ritrovi cambiati, cresciuti, un po’ diversi dalla sera prima. E da li ti accorgi quanto velocemente prenderanno il volo, e quanto tu invece, lentamente cerchi di goderti ogni attimo che puoi con loro…

Forse tra qualche tempo leggerò questo libro con i miei bambini e ci faremo delle belle risate. Ma per i momento lo vorrei condividere con mio marito, compagno e socio insostituibile in questa avventura che dura una vita, con il quale ho sperimentato che l’ironia e il sorriso sono gli ingredienti migliori per affrontare le fatiche. E questo mi piaceva condividere con voi tutti che mi seguite su queste pagine.

Il New York Times ha scritto di questo libro:
” Blake cattura alla perfezione la gioia di mettere al mondo un bambino, la fatica di prepararlo per entrarci e la soddisfazione di vedere che lo fa”.

Buone letture!

 

Articolo visualizzato:373 volte

Facebookmail

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *