Autunno, la stagione delle foglie.

IL DOMATORE DI FOGLIE,                                                                                      Pina Irace e Maria Moya, ZOOlibri 2014, albo illustrato.

In autunno le protagoniste sono proprio loro, le foglie. Coloratissime e di ogni dimensione, ogni anno ricoprono le strade ricordandoci che la stagione fredda è in arrivo. E così può succedere lungo un viale alberato, o al parco, o in campagna, di vedere ad un certo punto dell’anno i bambini starsene a faccia in su per ammirare una foglia che abbandona il suo ramo, rincorrerla fino a che non sia arrivata a terra, seguendone ogni volteggio ed ogni traiettoria; e magari poi raccoglierla per portarla a casa o alla maestra.

IL DOMATORE DI FOGLIEPer i bambini è autunno solo quando cadono le foglie.

Ma vi hanno mai chiesto come mai accade? Chi decide quando è il momento che le foglie lascino i rami?

A Filippo, che di ogni cosa ha sempre voluto sapere il “perchè”, quando era più piccolo regalai questo libro.

Lo abbiamo letto e riletto fin quasi ad impararlo a memoria. Mi è sembrato bello, accanto a risposte più vicine alla realtà, affiancare una storia che arricchisse tutto con quell’alone di magia che rende le cose e i ricordi più belli.

IL DOMATORE DI FOGLIEMancavano solo due giorni all’inizio dell’autunno e le foglie sugli alberi da verdi e morbide, erano tutte diventate gialle e fragranti, pronte ad abbandonare i loro rami per disperdersi e volare via. Ma qualcosa, anzi qualcuno, mancava all’appello. Dov’era finito il domatore di foglie?

“Lui che, con la bacchetta da domatore, insegnava alle foglie i volteggi, le piroette, gli svolazzi, le salite, le discese, i mulinelli (…), le virate e le cadute. Eh sì, proprio le cadute!”.

La preoccupazione si faceva strada sia tra le foglie, ancora saldamente attaccate ai rami, che tra gli alberi, ormai troppo stanchi per sopportarne ancora il peso e desiderosi del meritato riposo invernale.

Così i poveri alberi esausti decidono che non si poteva più aspettare e iniziarono a scuotersi, dimenarsi, ondeggiare, ma nulla: le foglie se ne stavano tutte lì appese, aggrappate, immobili! Tutte, tranne una.

Una fogliolina gialla e arancione con in mezzo una macchia a forma di cuore verde, incominciò a muoversi. Aspettava da tanto quel momento per librarsi leggera nel cielo, che non seppe più stare ferma e si abbandonò al vento.

IL DOMATORE DI FOGLIE

“E’ bellissimo!” Urlò la foglia dal cuore verde alle compagne che la guardavano”.

Ed ecco che le altre foglie incominciarono a fremere tutte, ed una ad una, pino piano, si staccarono dai rami, e presero a volteggiare nell’aria.

Mesi dopo arrivò il così tanto sospirato inverno, e gli alberi ormai completamente liberi dalle foglie poterono godersi il loro meritato riposo.

Ma….dov’era finito il domatore di foglie?

Poverino, non è mai arrivato perchè ha sentito che non esistono più le mezze stagioni. Ora insegna alle farfalle a volteggiare!

IL DOMATORE DI FOGLIE

Una splendida favola d’autunno. Perfetta da leggere mentre fuori cadono le foglie, ma ugualmente incantevole mentre si aspetta che l’autunno faccia il suo ingresso e la magia abbia inizio.

Le avvolgenti illustrazioni di Maria Moya permettono di tuffarci e sguazzare nei colori e nei suoni di questa stagione. Sembra quasi di sentire il fruscio delle foglie secche che cadono a terra; perchè non c’è nulla di più divertente in autunno che saltare dentro ad un mucchio di foglie e sentirle scrocchiare!

Buone letture!

Età di lettura: 4+

Articolo visualizzato:1.174 volte

Facebookmail

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *