IL LUPO! IL LUPO!

Si sa, ogni lettore attraversa delle fasi in cui è attratto da un argomento specifico, ciò accade anche per i piccoli lettori. Emma, tre anni appena compiuti, piccola “lettrice”, attraversa la fase in cui il personaggio lupo lo vorrebbe trovare in ogni storia che le viene raccontata. Sto parlando proprio del lupaccio nero e cattivo delle fiabe, con i denti aguzzi oppure marci, con le zampe grosse e gli unghioni affilati; quello che mangia le nonne e le nipotine, che si ciba di pecore o porcellini, proprio quello lì!

Le fiabe classiche le abbiamo ormai già esplorate in lungo e in largo, così ho provato a proporle altri racconti nei quali lei potesse incontrare il suo personaggio preferito del momento.

L’editoria recente per bambini ha più volte preso in prestito la figura del lupo delle fiabe classiche, spogliandolo del ruolo del cattivo e rivestendolo con un velo di ironia e comicità a misura di bambino, spesso rimanendo legata al racconto originale, a volte distaccandosene del tutto. Così, mettendo assieme i ricordi di libraia e il fiuto da mamma, ho scelto alcuni titoli da sottoporre alla mia avida e determinata lettrice.

“Il più furbo”, Mario Ramos, edito da Babalibri, 2011, lo abbiamo trovato un pomeriggio in biblioteca. In copertina appare il lupo in camicia da notte, e ci è subito venuta in mente la favola di cappuccetto rosso. Ma pur partendo dalla fiaba classica, il racconto ci propone risvolti molto più rocamboleschi e divertenti, che portano alla fine il lupo ad essere vittima di se stesso e dei suoi piani. Nel finale a sorpresa sarà proprio la piccola cappuccetto a salvare e consolare il povero lupo affranto.

Il prossimo è un piccolo cartonato, “Quando sarò grande”, Leroy – Maudet, Babalibri 2016: “Io, quando sarò grande, farò il pompiere!…Così innaffierò il lupo!”, “Io, quando sarò grande, farò il poliziotto…Così metterò in prigione il lupo!”.

Cappuccetto rosso e i tre porcellini si trovano ai giardinetti e discutono su come dare una bella punizione al lupo, ma non si accorgono che il lupetto è proprio dietro di loro e sente tutto! In lacrime il poveretto li ammonisce: ” Siete tutti cattivi!”, e prima di andare via promette loro che quando sarà grande….se li mangerà tutti! Questo libro ci ha prima fatto ridere, poi…un po’ riflettere.

“Il lupo che saltò fuori da un libro”, Robberecht – Mabire, edito da Valentina Edizioni 2016, è tra i tre il libro che ha affascinato di più Emma. Lo stratagemma di fare uscire un lupo da un libro di fiabe dopo la caduta l’ha molto incuriosita. La storia poi, divertente e ben costruita, che vede l’amico lupo entrare ed uscire dai libri più diversi e disparati, ha l’obiettivo di svelarci i retroscena di una delle fiabe classiche più famose. Se è vero che tutti sanno che cappuccetto rosso era con la sua mamma prima di andare nel bosco, qualcuno si è mai chiesto dove fosse il lupo?

 lupo saltò fuori dal libro copertina

Quelli che qui vi ho proposto sono i libri con il lupo che sono piaciuti alla mia piccola Emma, ma esiste una foltissima bibliografia in merito. Magari a partire proprio dalle opere di Mario Ramos che del lupo si è servito ampiamente, oppure spulciando tra gli scaffali di librerie e biblioteche vicine a voi, troverete quelli giusti per i vostri piccoli lettori, ma se non fosse sufficiente, chiedete pure un consiglio a mammaleggendo!

Buone letture!

Età di lettura: 3+

Pubblicato il 15 febbraio 2016 su mammecreative.it

Articolo visualizzato:550 volte

Facebookmail

This article has 1 comments

  1. Pingback: UN REGALO SPECIALE ALLE MAESTRE...di Emma! - mammaleggendo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *